Spatio Temporal Facility Management

Find:

Premessa

Alla fine degli anni '90 uno studio di Urbanistica, per conto di un comune in provincia di Padova, incaricò Prosa per la realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale comunale, che aveva come scopo principale la costituzione di una base dati immobiliare per la raccolta dei tributi.

In quegli anni non era ancora chiara quale potesse essere la migliore piattaforma su cui basare un SIT, e si optò per una piattaforma Autodesk (Autodesk World in abbinata con Autodesk MapGuide) sulla base di accordi che lo studio di Urbanistica aveva con un Autodesk Dealer locale.

Prosa constatò la presenza di alcuni problemi relativi alla piattaforma adottata:

  1. scarsa performance nelle operazioni di acquisizione cartografica e di relativa trasformazione in entità spaziali (cioè elementi di una base dati spaziale, e non semplici forme grafiche di un disegno);
  2. mancanza di una gestione delle variazioni temporali delle entità spaziali.

Il progetto OpenSIT

Questi due problemi portarono Prosa all'avvio di un progetto di ricerca, con l'aiuto di studenti dell'Università Ca' Foscari di Venezia, denominato OpenSIT. L'obiettivo era di sviluppare una nuova piattaforma per la realizzazione di SIT basati su database spazio-temporali.

Il risultato è stata la soluzione OpenSIT, un sistema per SIT basato su un'architettura a tre livelli, con un application server CORBA (tecnologia che alla fine degli anni '90 sembrava essere la soluzione migliore) che realizza la logica di business della spazio-temporalità, e diversi client CORBA, tra cui un'Applet Java denominata WebGIS.

Lo Spatio Temporal Facility Management

Dall'esperienza maturata con il progetto OpenSIT e dopo una profonda analisi delle esigenze di innovazione di aziende di Public Utilities, Prosa ha messo a punto un'idea progettuale per uno strumento per la gestione completa del patrimonio immobiliare e tecnologico, denominato Spatio-Temporal Facility Management.

Spatio-Temporal Facility Management (STFM)è pensato per essere un sistema di Facility Managemet basato su una totale gestione degli aspetti geografici e temporali. Le sue caratteristiche fondamentali sono le seguenti:

Uno screenshot di una videata dello STFM

Rappresentazione spazio-temporale delle informazioni

Come per OpenSIT, in STFM è data notevole importanza alla rappresentazione spazio-temporale delle informazioni grazie alla quale l'utente può creare dinamicamente tutte le mappe desiderate con diversi livelli di dettaglio e diverse modalità di rappresentazione dei dati, mappe che si creano dinamicamente non soltanto rispetto ai criteri geografici, ma anche rispetto al tempo. Rispetto a OpenSIT è stata introdotta un'innovazione: l'utilizzo di un database ad oggetti che, grazie alla gestione estremamente efficiente di gerarchie di dati e di relazioni di ereditarietà, permette una gestione con elevata performance delle informazioni cartografice e alfanumeriche.

Gestione del Facility

La rappresentazione spazio-temporale degli elementi del patrimonio immobiliare e tecnologico è integrata con un componente per la gestione del facility. In questo modo lo Spatio-Temporal Facility Management consente di:

  • assicurare il perfetto funzionamento di un patrimonio (reti tecnologiche, beni immobili e mobili in genere) e di servizi;
  • monitorare il patrimonio;
  • pianificare gl'interventi manutentivi;
  • far fronte a situazioni di emergenza;
  • avere la chiara visione dei livelli di servizio e dei centri di costo;
  • avere un supporto alle decisioni, statistiche e reportistica.

Ergonomia dell'interfaccia utente

L'interfaccia utente utilizzata è naturale e fornisce in maniera ergonomia tutte le funzionalità di ricerca, visualizzazione e creazione. L'interfaccia è via Web e consente di muoversi sulla base dati spazio-temporale sfruttando la dimensione spaziale, temporale e la visione relativa al contesto di lavoro (ad es. le manutenzioni).

Apertura e fruibilità del sistema informativo
Spatio-Temporal Facility Management è interamente basato sul Web e la sua interfaccia è fruibile da qualsiasi postazione (locale, remota, via PC, palmare, via telefono cellulare) dotata di browser Internet. Si tratta inoltre di un sistema aperto in quanto interamente utilizzabile da altri sistemi informativi che si possono integrare per mezzo di porte applicative in modalità business-to-business.

Link suggeriti:

Prosa S.r.l., P.IVA (VAT code) 03344200260 - via dell'Elettricità 3/d - 30175 Marghera, VE, Italy